Video

 
Suoni delle stalattiti
 
 
Viaggio nel suono della Terra

 
Simposio internazionale di arte preistorica e tribale

 
La mostra interattiva

 
I laboratori nelle scuole

 
L'incontro concerto con i bambini

 
 

                  Discografia   

ordini:

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo           

puoi scaricare in mp3: www.apple.com/itunes

 

Image  

 LA SALA DEI CRISTALLI

Tutte le musiche composte e suonate da
Stefano Musso(©BMI) e Mariolina Zitta tra il 2008  e il 2010,
Mastered at Temple Studio, Milano 2010
Suoni delle stalattiti registrati in diverse grotte di Sardegna e a Borgio Verezzi /Savona - Italiacon il permesso delle autorità locali.

Mariolina Zitta : Pietre sonore, Stalattiti, Bat calls, Flauto, registrazioni di ambiente.

Alio Die : Conchiglie e semi, Pietre sonore, Drones, Effetti, Registrazioni d'ambiente.



 

 

Image Image 
CONCERT FOR BATS, VOICES AND NATURAL SOUNDS             CD - 2007 

Distributore ufficiale EarthEar - New Messico USA   www.earthear.com

 "Concert for bats vive di flussi sonori che percorrono quello stato evanescente della mente ai confini tra coscienza e sogno, dove si destrutturano le sintassi ed evaporano incontrollate le immagini del pensiero. E’ lì che si accendono improvvise visioni e placidi nomadismi negli spazi preconsci, che ci si abbandona all’istante puro della psiche, a libere evoluzioni, senza gravità o punti di fuga.
La fusione di inudibili suoni notturni e frammenti di voci, materia e onde elettroniche sospende l’anima nell’aritmìa dell’Eterno Ritorno e genera un atavico incantamento, eco forse del sentire perduto dell’Uomo delle origini . "                    
G. Mocchi, musicologo

Mariolina Zitta ha suonato gli oggetti naturali: stalattiti, pietre sonore, legni, conchiglia tromba, arco a bocca, fischietto in osso, ciottoli, sonaglio di semi ed ha effettuato le registrazioni dei pipistrelli (Italia) con “bat detector” in time expansion;
Lorenzo Pierobon ha suonato le coppe tibetane, il didjeridoo,  ha vocalizzato con gli overtones;
Maria Corno ha vocalizzato.
  
  
  
  
Image  Image
PERLE DI GROTTA - LA MUSICA DELLE STALATTITI    CD - 1997
Mariolina Zitta   stalattiti
Michela Fomiatti   stalattiti
Donatella Bardi   voce
Lorenzo Pierobon   voce overtones, didgeridoo
Non c’è quasi più nulla di ignoto sulla Terra, se non il mondo sotterraneo delle grotte, freddo regno dell’immobilità e del silenzio, nel cui labirinto l’Uomo, sia esso preistorico o del terzo millennio, vive un impatto totale con l’enigma della Natura e delle proprie emozioni. Nel viaggio nei meandri più nascosti della Terra, la Zitta ha raccolto il suono segreto dei gioielli di pietra cresciuti in un tempo che si misura in ere geologiche. Più che una composizione il canto dei gong di calcare va sentito come un ricamo di suoni sulla tessitura di echi e silenzi, ospite di un attimo nel tempo immobile. Libero da vincoli e da regole codificate, il suono nasce dal nulla e si libera leggero, quasi a non invadere un territorio in cui l’uomo non è che una comparsa. Le sale, i cunicoli, gli abissi diventano le casse di risonanza che avvolgono le vibrazioni, mentre gli specchi d’acqua ne ridisegnano, in ampi cerchi, le risonanze.
Le viscere della Terra, luoghi disabitati, senza spazio né tempo, diventano ora il tempio dell’Uomo, ma di un uomo che vibra all’unisono con le forze dell’universo, che si eleva oltre se stesso verso dimensioni assolute. E quando il suono si spegne, cadute anche le ultime vibrazioni, torna a regnare l’eterno respiro della terra, mentre, forse per un attimo, si è intravisto un bagliore del paradiso perduto.
G. Mocchi musicologo

 

  Image
NEL VENTRE DELLA TERRA      CD - 1994

Musiche di  Patricia Mayer e Mariolina Zitta
Oggetti sonori in materiale di natura realizzati e suonati dalle autrici

L’ascolto dei brani proposti da" Nel Ventre della Terra", suonati con strumenti quali pietre sonore, legni grezzi, semi, conchiglie, bamboo rombi volanti ..... mette in comunicazione il nostro organismo con suoni ad esso affini in quanto suoni provenienti dai Regni Minerale, Vegetale e Animale. La struttura compositiva dei brani è libera ed istintiva, non inscrivibile entro schemi definiti riscontrabili nella musica consueta. Riscoprire questo linguaggio acustico primordiale è importantissimo; incontrare di nuovo la purezza di vibrazioni che appartengono alla nostra memoria sonora.